Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Bancarotta fraudolenta della farmacie: i carabinieri del Nas arrestano un pontino

L'operazione del Nas di Milano ha consentito di sgominare un'organizzazione criminale. Perquisizioni in diverse città italiane

C'è anche un uomo residente nella provincia di Latina fra le persone arrestate dai carabinieri del Nas di Milano nell'ambito dell'indagine "Finfarma" coordinata dalla procura del capoluogo lombardo, che ha toccato, oltre Milano, diverse altre province del Paese. Un'operazione che ha consentito di sgominare un'organizzazione criminale dedita al fallimento pilotato di farmacie provocandone il dissesto finanziario attraverso la costante distrazione di incassi e di ogni altra risorsa economica delle attività commerciali.

Agli arresti è finito dunque anche un uomo di 79 anni originario della Sicilia e residente in un comune pontino, considerato dagli investigatori il rappresentante di alcune società del gruppo con rapporti diretti con il capo dell'organizzazione. Agli arresti sono finite infatti altre due persone, un uomo e una donna, ma altri 13 soggetti sono stati denunciati in stato di libertà. 

Le accuse, a vario titolo, sono di associazione a delinquere, falsità ideologica, trasferimento fraudolento di valori, bancarotta fraudolenta. Ieri mattina, 6 luglio, sono scattate le misure cautelari integrate da 16 decreti di perquisizione locale e personale nei confronti di tre società coinvolte nell'inchiesta e degli altri 13 indagati. Le indagini, avviate d’iniziativa nell’autunno del 2018 dai militari del Nas, hanno fatto emergere le illecite attività di un’associazione per delinquere creata e gestita da un pluripregiudicato siciliano, già colpito da numerose condanne per analoghi reati, che aveva costituito 2 holding societarie tramite le quali acquisiva numerose farmacie su tutto il territorio italiano che progressivamente venivano condotte al dissesto finanziario, tramite una sistematica distrazione fraudolenta dei loro incassi e di ogni altra risorsa economica, per un valore accertato di oltre 3.000.000 di euro. I carabinieri del Nas sono riusciti ad attribuire al sodalizio criminale 9 bancarotte fraudolente di altrettante farmacie territoriali, ma soprattutto a dimostrare che l’organizzazione criminale aveva ideato un ulteriore ingegnoso ed illecito modus operandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta fraudolenta della farmacie: i carabinieri del Nas arrestano un pontino

LatinaToday è in caricamento