menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scandalo fallimenti in tribunale, l’ex giudice Lollo torna in libertà

La decisione dei giudici del tribunale di Perugia. Arrestato il 20 marzo e dopo e dopo aver trascorso gran parte della sua detenzione ai domiciliari, è stato rimesso in libertà

E’ tornato in libertà l’ex giudice Antonio Lollo. Arrestato lo scorso 20 marzo e finito al centro dello scandalo per i presunti fallimenti pilotati al tribunale non è più agli arresti domiciliari.

La notizia è stata riportata questa mattina dal quotidiano Latina Oggi.

La decisione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Perugia arrivata anche alla luce delle dichiarazioni rese dall’ex toga durante l’incidente probatorio delle scorse settimane.

Come si legge sulle pagine del quotidiano locale, dopo che sono state cristallizzate le sue dichiarazioni, Antonio Lollo non può reiterare il reato perché dimessosi dalla magistratura, non sussiste poi il rischio di inquinamento delle prove e il pericolo di fuga.

Insieme ad altre persone era stato arrestato lo scorso 20 marzo; dopo circa un mese di detenzione nel carcere di Rebibbia, per l'ex giudice Lollo erano poi stati disposti i domiciliari in seguito a problemi di salute. Ora torna in libertà; prima di lui erano tornati liberi anche Massimo Gatto, Vittorio Genco e Marco Viola

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento