rotate-mobile
L'indagine

Scoperto giro di Green pass e test antigenici falsi: quattro indagati

Le persone coinvolte sono di Albano, Genzano e Aprilia. Gli accertamenti condotti dalla polizia locale di Lanuvio

La polizia locale di Lanuvio, diretta dal comandante Sergio Ierace, ha scoperto un giro di falsi Green pass e falsi test antigenici utilizzati verosimilmente per evitare i controlli e le verifiche nelle strutture in cui questo tipo di certificazioni risultano obbligatorie.

In tutto si tratta di oltre 40 certificazioni falsificate, tutte eseguite utilizzando false intestazioni, timbri e firme di due distinte farmacie del territorio, non coinvolte nei fatti illeciti commessi, che immediatamente si sono messe a disposizione degli agenti di Lanuvio. Quattro le persone coinvolte, tutte tra i 30 e i 45 anni, originarie di Genzano, Albano e Aprilia, che si sono rese responsabili degli illeciti. Nonostante il tentativo di disfarsi dei falsi e dei materiali utilizzati per la loro realizzazione, gettandoli in sacchi dell’immondizia, la polizia locale ha rinvenuto e recuperato tutte le prove necessarie ad accertare l’ipotesi di reato. I quattro dovranno rispondere di truffa, falso, uso di atto falso e, ove dovessero peraltro risultare che gli utilizzatori dei falsi certificati nel periodo erano positivi al Covid 19, risponderanno anche del reato di epidemia in concorso tra loro e soggetti ancora ignoti, per aver favorito la diffusione virus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto giro di Green pass e test antigenici falsi: quattro indagati

LatinaToday è in caricamento