“Se Toccano Una Toccano Tutte!”: fiaccolata in centro contro il femminicidio

L’iniziativa di Non Una DI Meno Latina con Arcigay Latina - SeicomeSei, AId Italia e la Karibu. Appuntamento domenica 28 luglio alle 20 in piazza San Marco

Se Toccano Una Toccano Tutte!”: è in programma per domenica 28 luglio in centro a Latina una fiaccolata contro la violenza sulle donne e il femminicidio. Ad organizzarla Non Una DI Meno Latina insieme ad Arcigay Latina - SeicomeSei, AId Italia e la cooperativa Karibu. 

“La nostra provincia è stata, ed è, protagonista di una violenza femminicida che non ha precedenti - spiegano gli organizzatori in una nota di presentazione dell’evento -. Il susseguirsi di delitti e violenze di genere hanno alzato la rabbia e la fermezza a dire basta! Basta ai femminicidi, basta violenza, basta sopraffazione! Alessia, Martina, Desirée, Elisa non possono essere nomi su un giornale o un semplice sdegno di cronaca nera. Sono vittime della brutalità dell’uomo come lo sono tutte le donne che ogni giorno subiscono violenze, morti  e soprusi”. 

L’invito dunque è a tutti i cittadini di Latina a partecipare. L’appuntamento è domenica 28 luglio alle 20.00 in piazza San Marco a Latina per sfilare tutti insieme per le via della città in “una significante fiaccolata così che si accenda in questo buio, a volte fin troppo connivente, il grido di queste donne e la determinazione  di tutti noi a porre fine a questi orrori. Esserci è doveroso perché se toccano una, toccano tutte!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Miglior panettone del Lazio: un altro riconoscimento per Ferdinando Tammetta

Torna su
LatinaToday è in caricamento