72esimo anniversario della Liberazione dell’Italia, celebrazioni a Cisterna

Martedì 25 aprile la cerimonia in piazza Amedeo di Savoia. Una ricorrenza nazionale molto sentita a Cisterna visto l'ingente tributo pagato nella guerra di liberazione, in termini di vittime civili e di danni al patrimonio pubblico e privato

Anche Cisterna nella giornata del 25 aprile celebra i 72 anni dalla liberazione dell’Italia dalle forze nazi-fasciste e commemorerà le vittime con una cerimonia che avrà luogo nel centro cittadino.

Una ricorrenza nazionale che a Cisterna assume un valore particolarmente importante “visto l’ingente tributo pagato nella guerra di liberazione, in termini di vittime civili e di danni al patrimonio pubblico e privato - ricorda l’Amministrazione comunale -. Per questo le è stata riconosciuta la Medaglia d’Argento al Valor Civile”.

Le associazioni Combattentistiche, d’Arma e di Volontariato, si raduneranno alle 10:30 presso piazza Amedeo di Savoia dove disporranno i labari e le bandiere.  Assieme alle autorità civili e militari, i volontari  tributeranno gli onori al Gonfalone decorato del Comune di Cisterna di Latina.  Seguirà la tradizionale cerimonia di Alzabandiera al termine della quale sarà deposta una corona d’alloro ai piedi del monumento ai Caduti di tutte le Guerre.

"Tutti i cittadini e le associazioni sono invitati a partecipare alle celebrazioni di un momento storico determinate per la storia della Repubblica italiana" è l'appello dell'Amministrazione comunale.

25_aprile_2017_cisterna-2


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento