Cori e Giulianello, "Festa dei Nonni" con i piccoli alunni delle scuole dell'infanzia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Festa dei Nonni insieme agli alunni delle due scuole dell’infanzia ‘A. Marchetti’ di Cori e ‘G. Rodari’ di Giulianello. L’iniziativa, realizzata ogni 2 Ottobre dall’Istituto Comprensivo Statale ‘Cesare Chiominto’ in collaborazione con il Comune di Cori, ha voluto rimarcare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale ed evidenziarne l’influenza positiva nel processo di crescita dei giovani.

Gli studenti, stamattina, ne hanno accolto l’entrata a scuola con poesie, canti, recite e pensieri, carichi di gioia, con cui hanno cercato di esprimere affetto e gratitudine per queste figure insostituibili dell’infanzia di ogni bambino. I nonni rappresentano un importante punto di riferimento, una risorsa di grande valore, un patrimonio di esperienza e saggezza cui attingere, oltre che un concreto ed indispensabile aiuto nell’educazione giovanile. L’accumulo di competenze di vita e di conoscenze li ha resi detentori di un sapere da tramandare alle future generazioni.

Una bella mattinata presenziata dalla dirigenza scolastica e da una rappresentanza comunale, oltre che dal corpo docente, vissuta in sintonia in un allegro affresco intergenerazionale che ha restituito la giusta importanza alla centralità del legame nonno-nipote. Al termine un ricco buffet preparato dalle sapienti mani dei nonni, che hanno ricevuto un diploma speciale dai nipotini.

La manifestazione verrà ripetuta venerdì 9 Ottobre, alle ore 10:00, presso il Centro socio culturale ‘Il Ponte’ di Giulianello, dove l’omonima associazione coinvolgerà anche la scuola primaria ‘Don S. Radicchi’. Tra le altre cose i giovani partecipanti presenteranno i loro disegni a tema, tra i quali ne verranno scelti alcuni da inserire nella locandina dell’evento dell’anno prossimo.  

Torna su
LatinaToday è in caricamento