I 168 anni della Polizia di Stato: cerimonia sottotono in Questura per il coronavirus

Il questore Michele Spina, alla presenza anche del prefetto Maria Rosa Trio, ha deposto una corona di alloro in memoria dei caduti della Polizia di Stato

Si sono svolte questa mattina, 10 aprile, a Latina le celebrazioni per il 168esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato. Il questore Michele Maria Spina, alla presenza anche del prefetto Maria Rosa Trio, ha deposto, presso la lapide commemorativa all'ingresso della Questura, una corona di alloro in memoria dei caduti della Polizia di Stato che hanno dato la vita per il servizio.

Una cerimonia simbolica, in considerazione della situazione emergenziale causata dal coronavirus, al termine della quale il questore ha voluto ricordare i valori e l'impegno della Polizia di Stato a sostegno della collettività, rivolgendo un sentito ringraziamento a tutti gli agenti della provincia di Latina impegnati senza sosta nelle attività di controllo e vigilanza per il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus e nella gestione dell’emergenza. 

"Esserci sempre, tema celebrativo della ricorrenza, identifica oggi, più che mai, l'operato quotidiano degli operatori di Polizia a servizio e tutela dei cittadini - si legge in una nota della Questura -. La natura più profonda dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza è proprio l’attività di soccorso e assistenza della popolazione, di cui costituisce punto di riferimento e sostegno e che in questo momento richiede ancor di più impegno e vicinanza”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il questore, ad appena tre mesi dal suo insediamento, ha ribadito “l'orgoglio e l'onore di guidare la Questura pontina, nella consapevolezza della gravosa responsabilità di dare risposte adeguate e coerenti, in una realtà difficile e complessa qual è sicuramente quella della nostra provincia”. Sono poi stati ricordati i costanti e serrati servizi di controllo in tutte le località - anche quelle balneari e di villeggiatura - messi in campo dalla Polizia insieme all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia Costiera, alla Polizia Provinciale, alla Capitaneria di Portio e alle Polizia Locali dei 33 comuni pontini per assicurare il rispetto delle misure varate per contrastare il coronavirus, come anche la collaborazione con la Asl per gli accertamenti epidemiologici e i controlli alle persone poste in quarantena. In conclusione il questore Spina ha anche ribadito “l’importanza fondamentale della collaborazione tra le varie Istituzioni che in questa provincia interagiscono efficacemente sul territorio grazie ad un elevato e condiviso livello di coordinamento”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento