Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Festa del polizia, il Questore: "Risultati positivi ma c'è tanto lavoro ancora da fare"

Il bilancio tracciato dal questore Carmine Belfiore in occasione della cerimonia del 166 anniversario della fondazione della polizia

Celebrato al teatro Ponchielli di Latina il 166° anniversario della fondazione della polizia di Stato, alla presenza dei vertici delle istituzioni politiche, civili e militari e di tutti i rappresentanti delle forze dell'ordine. Un'occasione per presentare il bilancio di un anno di attività svolte dalla Questura e da tutti i commissariati del territorio.

La cerimonia è iniziata alle 16 con la deposizione di una corona di alloro alla lapide posta all’ingresso della Questura per rendere gli onori ai caduti della polizia di Stato, con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, che quest’anno festeggia i cinquant’anni dalla sua costituzione.

Al teatro Ponchielli invece, dopo la lettura dei messaggi istituzionali del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia, ha preso la parola il questore Carmine Belfiore che, nel ringraziare tutte le istituzioni, ha ricordato come proprio grazie al lavoro di sinergia e collaborazione sia stato possibile raggiungere risultati eccellenti sul fronte della sicurezza, come evidenziato da una diminuzione dei reati del 10% su tutta la provincia. 

Reati in calo in provincia. I dati della Questura

Se da una parte diminuiscono furti e rapine, dall'altra crescono arresti e denunce. "Il territorio è stato capillarmente controllato - ha detto il questore nel suo intervento -. Sono convinto che il nostro datore di lavoro sia il cittadino e le fasce più deboli sono quelle a cui dobbiamo dare maggiore attenzione. Non sempre però la bontà dei risultati ottenuti corrisponde a un'adeguata percezione di sicurezza. I dati relativi al numero dei reati rappresentano il naturale frutto di un controllo del territorio, che non avrebbe però avuto questi esiti se non ci fosse stata collaborazione con le altre forze di polizia. L'attività portata avant ci serve da stimolo per continuare, vivendo ogni giorno di lavoro come se fosse il primo".

Il questore ha poi ricordato alcune delle più importanti operazioni condotte dalla polizia nel corso dell'ultimo anno, a partire dagli arresti dei giorni scorsi nel corso dell'operazione Mosaico condotta dalla Digos di Latina e di Roma. Ha poi ricordato l'operazione Las Mulas della squadra mobile di Latina che ha consentito di smantellare un traffico di droga dalla Colombia all'Italia; l'operazione Dark side, in collaborazione con la polizia stradale di Aprilia, che nel luglio scorso aveva portato a 22 arresti dopo la scoperta di una cava in cui venivano interrati rifiuti tossici; gli arresti di camorra per l'omicidio di Gaetano Marino e poi tutte le attività che hanno portato alla repressione dello spaccio di droga e alla prevenzione dei reati predatori.

"C'è ancora tanto lavoro da fare - ha aggiunto il questore - ma cercheremo di riempire tante pagine ancora da scrivere sulla criminalità in questa provincia". 

Quindi ha avuto luogo la consegna delle ricompense e delle onorificenze al personale che, nel corso dell’anno, si è particolarmente distinto per le proprie doti professionali e per lo spirito di sacrificio, portando a termine importanti attività operative di polizia giudiziaria e soccorso pubblico. In conclusione sono stati premiati gli alunni della III H dell’Istituto Comprensivo “Vitruvio Pollione” di Formia, quali vincitori del concorso Libera la legalità per la realizzazione di uno spot dal titolo “Droga pilastro delle mafie”, rivolto ai loro coetanei per dissuaderli dall’uso della droga. Lo spot è stato riprodotto in più manifesti, che verranno distribuiti in tutte le scuole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del polizia, il Questore: "Risultati positivi ma c'è tanto lavoro ancora da fare"

LatinaToday è in caricamento