rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Grande successo per la compagnia Luna Nova di Latina a Fasano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Un lunghissimo e caloroso applauso ha salutato l'intero cast degli attori a fine rappresentazione, segno evidente che "Il berretto a sonagli", portato in scena dalla Compagnia Luna Nova di Latina ha messo d'accordo proprio tutti, pubblico e critica, ieri sera al Teatro Sociale nella quinta serata del Festival "Di scena a Fasano". Candidandosi così ad uno dei premi in vista della serata finale del 16 novembre prossimo.

La commedia di Luigi Pirandello riscritta da Eduardo De Filippo ha quindi fatto centro, grazie anche alla genialità del testo del maestro siciliano e all'anima che quello napoletano gli ha regalato riscrivendolo in dialetto. Gelosia, tradimento e pazzia. Tre temi che seppur trasformati e aderenti alla realtà nel corso degli anni, restano attuali e argomento di riflessione e discussione.

Buona nel complesso la prova recitativa dei componenti dell'intera compagnia, tutti di origine partenopea e motivo per cui sono stati credibili nel vestire i panni dei vari personaggi. A cominciare da Rossella Nobile nel ruolo di Beatrice Fiorini, Cristian Mirante in quello di suo fratello Fifì e Maria Rosaria Amato in quello di sua madre Assunta, Linda Guarino che ha interpretato sia la Saracena che Adelina Ciampa, Marina Casaburi che ha interpretato la serva Nannina, il commissario Spanò interpretato da Roberto Calì e naturalmente il protagonista assoluto Ciampa, interpretato da Roberto Becchimanzi, anche regista della commedia.

Sua è stata la marcia in più, con almeno tre monologhi davvero trascinanti nella loro genialità: quello sulle tre corde che l'uomo possiede, la "civile", la "seria" e la "pazza"; quello sui pupi, («Ognuno poi si fa pupo per conto suo: quel pupo che può essere o che si crede di essere. E allora cominciano le liti!») e quello, meraviglioso, in finale di commedia: «Volti la pagina, signora! Se lei volta la pagina, vi legge che non cʹè più pazzo al mondo di chi crede di aver ragione! Si prenda questo piacere, di fare la pazza per davvero! Le par cosa da nulla? Fare il pazzo! Potessi farlo io, come piacerebbe a me!».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande successo per la compagnia Luna Nova di Latina a Fasano

LatinaToday è in caricamento