Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Cinema nella provincia pontina: “Mio fratello è figlio unico” ambientato a Latina

E' ambientato, e in parte anche girato, nel capoluogo pontino degli Anni '60 il film diretto nel 2007 da Daniele Lucchetti che si ispira al libro di Pennacchi "Il fasciocomunista". Tra gli attori Riccardo Scamarcio ed Elio Germano

Siamo negli anni 60 e attraverso lo scontro, non solo politico, fra due fratelli si racconta la vita di una normale famiglia proletaria. E siamo nella Latina degli anni ’60 dove Daniele Lucchetti ha deciso di ambientare il suo film “Mio Fratello è figlio unico”.

Pellicola di successo del 2007 si ispira al libro di Antonio Pennacchi “Il fasciocomunista”.

Ed è proprio nella Latina tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta che i due protagonisti, i fratelli Accio e Manrico, si formano ed iniziano a scontrarsi. Diverso il loro impegno politico, diversi i loro ideali. Accio è il più piccolo di tre fratelli è scontroso e attaccabrighe, passionale ed istintivo e vanta una militanza nel neofascismo; Manrico è bello e carismatico, amato ed ha successo con le donne e politicamente schierato a sinistra.

Innamorati della stessa donna si scontreranno e confronteranno; sullo sfondo una stagione della storia italiana fatta di fermenti sociali e lotte politiche.

“Mio Fratello è figlio unico” che vede tra i protagonisti due straordinari attori come Riccardo Scamarcio ed Elio Germano, oltre ad essere ambientato a Latina, è stato anche in parte girato nel capoluogo pontino; ma diverse sono le location tra cui anche Sabaudia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema nella provincia pontina: “Mio fratello è figlio unico” ambientato a Latina

LatinaToday è in caricamento