Chiede denaro ad un imprenditore per evitargli controlli fiscali, arrestato finanziare in pensione

L'uomo di 71 anni originario di Pontina arrestato dalla Squadra Mobile: millantando la disponibilità di informazioni utili per evitargli possibili accertamenti da parte dell'Agenzia delle Entrate ha chiesto alla vittima 12mila euro

Un militare della Guardia di Finanza in pensione è stato arrestato dalla Squadra Mobile per millantato credito aggravato. 

L’uomo, un 71enne di Pontinia, è finito in manette al termine di mirate indagini che hanno preso il via dopo la denuncia presentata in Questura da un imprenditore nel settore dell’edilizia del capoluogo che riferiva di "essere vittima di illecite richieste di danaro avanzate da un uomo che spendeva la sua ex appartenenza alla Guardia di Finanza, per avvalorare e giustificare la sua disponibilità di informazioni riservate".

Veniva così approntato un servizio di polizia giudiziaria teso a riscontrare la veridicità di quanto dichiarato dall’imprenditore. 

La vittima, come spiegano dalla Questura, lamentava il fatto che il 71enne “millantando la disponibilità di informazioni utili per evitargli possibili accertamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate” gli aveva richiesto la somma di 12mila euro da consegnare in due trance.

Nella giornata di lunedì, quindi, i poliziotti hanno fotocopiato le banconote da dare al 71enne, dopo di che si sono appostati nei pressi del luogo dell’incontro, in zona Nascosa, e dopo aver assistito alla consegna del denaro sono intervenuti bloccando l’uomo indosso al quale, a seguito di perquisizione, è stato rinvenuto il plico contenente i 7 mila euro in contanti della prima trance.

Il 71enne arrestato in flagranza per il reato di “millantato credito aggravato dal fatto di aver ricevuto danaro con il pretesto di dover comprare il favore di pubblici ufficiali e doverli remunerare per questo”; è stato tradotto ai domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Va segnalato - concludono dalla Questura - che non è emerso alcun coinvolgimento né esplicito né implicito di personale degli Uffici Tributari” chiamati in causa fraudolentemente dal 71enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento