Cronaca Sperlonga

Fugge da Frosinone e inscena un rapimento, trovata a Sperlonga

Dopo due giorni la 35enne è stata trovata a Sperlonga e denunciata. Rintracciata dai carabinieri ha svelato la verità sul finto rapimento: stanca della sua vita familiare voleva trascorrere qualche giorno di vacanza

Alla fine è stata denunciata per simulazione di reato e procurato allarme facendo rientro a casa. E’ stata ritrovata a Sperlonga dopo due giorni di ricerche durante i quali si era temuto il peggio.

Protagonista una donna di nazionalità romena di 35 anni residente a Monte San Giovanni Campano, in provincia di Frosinone, che aveva simulato il suo rapimento per trascorrere qualche giorno di relax al mare.

L’allarme lanciato nella notte tra sabato e domenica quando il fratello della donna aveva allertato i carabinieri dopo essere stato contattato dal compagno della 35enne - un cittadino italiano autista di pullman e in quel momento in Svizzera per lavoro - che aveva ricevuto un messaggio sul cellulare in cui si diceva che la donna era stata prelevata con la forza dalla sua abitazione e si chiedeva del denaro per poterla rivedere.

Immediate le indagini dei carabinieri, mentre continuavano ad arrivare sms intimidatori; indagini che hanno permesso di rintracciare la 35enne mentre scendeva da una nave in un porto del litorale flegreo e saliva su una vettura a noleggio che l’ha portata fino a Sperlonga.

Pedinata la donna è stata bloccata in un ristorante nella cittadina sul litorale pontino ed è stata condotta in caserma dove dopo un'iniziale titubanza ha ammesso di essersi inventata tutto, di aver organizzato il finto rapimento perché insoddisfatta della sua vita familiare e per voleva trascorrere qualche giorno di relax al mare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge da Frosinone e inscena un rapimento, trovata a Sperlonga

LatinaToday è in caricamento