rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca strada regionale Pontina

Inscenano una finta rapina con sequestro di persona, tre arresti

Due uomini, finiti in carecre, e una guardia giurata, ristretta ai domiciliari, il 3 dicembre avevano simulato un colpo ad un sito industriale, sventato dall'arrivo del custode

Avevano messo in piedi un piano che sembrava perfetto: fingere una rapina con tanto di sequestro di persona al fine di assicurarsi un grosso carico di rame.

Ma allora qualcosa andò storto, la rapina andò in fumo e oggi i tre responsabili sono finiti in manette. Si tratta di due cittadini di nazionalità romena ed una guardia giurata che la sera del 3 dicembre del 2011 avevano inscenato il colpo presso lo stabilimento industriale Rubber Cables sito sulla regionale Pontina.

Dopo l’allarme lanciato intorno alle 19, sul posto era intervenuto il personale della squadra mobile della Questura di Latina. Secondo la ricostruzione effettuata, due persone dopo essere riusciti a farsi aprire il cancello di ingresso allo stabilimento dalla guardia giurata lì in servizio, l'hanno immobilizzata e legata, rinchiudendola nel gabbiotto di vigilanza,  per poter appropriarsi di un ingente quantità di cavi di rame.

Solo l’intervento del custode, che successivamente è stato appurato in quel momento non doveva trovarsi lì, ha fatto saltare la rapina e costretto i due ladri a darsi a precipitosa fuga, lasciando sul posto il furgone che dovevano usare per il trasporto dei cavi di rame.

Immediatamente sono partite le indagini che in breve hanno permesso di individuare le due persone che avevano utilizzato il furgone. Ma la grande sorpresa per gli agenti della polizia è stata la scoperta, attraverso anche l’ausilio di presidi tecnologici, dello stretto rapporto che legava i due alla stessa guardia giurata.

Non solo, le investigazioni hanno poi permesso di appurare che la simulazione era stata organizzata proprio dalla guardia giurata con i due complici di nazionalità rumena, e che il colpo non era andato a buon fine solo per l’intervento imprevisto del custode dello stabilimento.

Appurata la complicità dei tre, il Gip del tribunale di Latina ha emesso tre ordinanze di custodia cautelare, due in carcere per i cittadini di nazionalità romena di 30 e 24 anni residenti a Latina, e una ai domiciliari per la guardia giurata di 36 anni.

Il blitz degli agenti questa mattina che dopo aver localizzati i destinatari dei provvedimenti hanno arrestato i tre uomini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inscenano una finta rapina con sequestro di persona, tre arresti

LatinaToday è in caricamento