menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce e maltrattamenti, in manette a Fondi convivente violento

L'uomo da tempo vessava e picchiava la compagna e non ha smesso neppure quando lei è andata via da casa. Questo pomeriggio l'arresto

Nuovo episodio di maltrattamenti in famiglia che si è concluso con l’arresto del convivente violento a Fondi. Al centro della vicenda, che gli agenti del Commissariato stavano seguendo da qualche tempo, una complicata relazione tra due giovani fondani, lui T.C. 35 anni e lei D.V. di 27 anni, che più di una volta si era rivolta alle forze dell’ordine per segnalare aggressioni da parte del compagno anche alla presenza della figlia di 4 anni.

La donna, per salvare il loro rapporto, non aveva presentato una denuncia formale nei confronti di lui, già conosciuto alle forze dell’ordine in quanto assuntore di stupefacenti e dedito agli alcolici. Lei negli ultimi mesi ha vissuto in un crescendo di minacce, ingiurie, danneggiamenti e di percosse con schiaffi e calci che l’hanno costretta a rivolgersi ai sanitari dell’ospedale di Fondi. Poi ha deciso di lasciare la casa dove abitava per trasferirsi da alcuni familiari, circostanza che non ha però messo fine alle persecuzioni di lui fino all’altra notte quando si è presentato presso l’abitazione dei genitori della sua compagna sfondando a calci la porta. Poi,  non potendola avere materialmente a tiro, l’ha minacciata con messaggi telefonici in uno dei quali minacciava di affogare la loro bambina in piscina se non fosse tornata a vivere con lui.

Il personale del commissariato di Fondi ha quindi segnalato la circostanza alla Procura richiedendo un provvedimento restrittivo urgente, quello firmato da gip Giorgia Castriota eseguito questo pomeriggio quando l’uomo è stato e portato in carcere a Latina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento