rotate-mobile
Cronaca Fondi

Cerca di sfondare la porta per entrare in casa della sua ex in piena notte

Un 50enne di Fondi è stato arrestato dalla polizia chiamata dalla donna barricata nell'abitazione. Poi lei racconta anche i precedenti maltrattamenti

Ha raggiunto la sua ex in piena notte e voleva entrare a tutti i costi nella sua abitazione tanto da tentare di sfondare il portone d'ingresso, un comportamento ripetuto ben due volte a distanza di poche ore. Così lei ha chiamato la polizia e l'uomo, un 50enne, disoccupato e con un impiego saltuario come cameriere, è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti.

E' accaduto a Fondi dove gli uomini del locale commissariato sono intervenuti dopo la chiamata al 112 della vittima e l'hanno trovata  terrorizzata ed in lacrime. E' stata lei a raccontare la violenza con la quale l’uomo le aveva intimato  di aprire la porta e di farlo entrare e di come al suo rifiuto l’avesse ripetutamente minacciata, colpendo la porta blindata con una forza tale da mandare in frantumi l’intonaco del telaio. Il 50enne, che si era allontanato per pochi istanti, è poi tornato e, nonostante la presenza degli agenti della Volante, ha continuato nel mantenere la sua condotta minacciosa e violenta, tanto da  far richiedere l’ausilio sul posto di un’altra pattuglia.

Nel frattempo la vittima, per il perdurare dello stato di tensione ,è stata colta da malore e tempestivamente soccorsa sul posto dal 118, per poi essere trasportata al pronto soccorso. Le dichiarazioni della donna, che esasperata ha presentato una denuncia nei confronti dell’ex, hanno fornito un quadro inquietante di quella che era stata la loro relazione, durata circa due anni e recentemente interrotta a causa delle violenze esercitate dall’uomo nei suoi confronti, tutti elementi che hanno trovato  concreti riscontri dalle prime indagini svolte. La vittima ha raccontato di come il suo ex la insultasse e in alcune occasioni l'avessa anche colpita alla testa e schiaffeggiata.

Il 50enne è stato quindi fermato e questa mattina presso il Tribunale di Latina c'è stata l'udienza di convalida: davanti al giudice per le indagini preliminari Giulia Paolini lui ha negato tutto respongendo le accuse. A conclusione della camera di consiglio il gip ha convalidato il fermo e disposto gli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di sfondare la porta per entrare in casa della sua ex in piena notte

LatinaToday è in caricamento