rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Fondi

Fondi, nuovo arresto per il ladro di rame: gestiva la prostituzione

I carabinieri eseguono un ordine restrittivo nei confronti di uno tre cittadini rumeni arrestati pochi giorni fa per un tentato furto alla stazione di Itri. Era ricercato a Napoli

Era finito in manette due giorni fa, dopo esser stato sorpreso, in compagnia di due connazionali, mentre tentava di rubare del rame presso la stazione ferroviaria di Itri. E ieri i carabinieri di Fondi gli hanno notificato un nuovo ordine di arresto, emesso da tempo dal tribunale di Napoli, che lo ricercava per induzione e sfruttamento della prostituzione.

Un nuovo ordine d’arresto, dunque, per uno dei tre rumeni arrestati il 4 gennaio a Itri. Nei suoi confronti risultava  pendente il provvedimento restrittivo dai giudici campani, ma che non era stato ancora eseguito dalle forze dell’ordine perché si era reso irreperibile.

Secondo quanto sentenziato dal tribunale di Napoli il pregiudicato si è reso colpevole dei reati di “associazione per delinquere finalizzata all’induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione mediante violenza, minaccia e inganno”. Assieme ad altre persone tra il 2010 e il 2012 avrebbe costretto donne connazionali e di altri paesi dell’est a prostituirsi.

Il malvivente rumeno, che dopo l’arresto per il tentato furto era stato rinchiuso nella camera di sicurezza della stazione dei carabinieri in attesa del processo per direttissima, è stato trasferito presso il carcere di Latina e messo a disposizione del tribunale di Napoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi, nuovo arresto per il ladro di rame: gestiva la prostituzione

LatinaToday è in caricamento