menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sul treno con ecstasy, anfetamine e cocaina: condannati a due anni e otto mesi

Il processo a due ragazzi arrestati sul treno Roma-Napoli alla stazione ferroviaria di Fondi

Sono stati condannati a due anni e otto mesi di reclusione ciascuno i due ragazzi arrestati il 26 gennaio scorso alla stazione ferroviaria di Fondi a bordo del treno Roma-Napoli perché trovati in possesso di 125 grammi di ecstasy, 1 grammo di cocaina, 4 grammi di marijuana e ancora 20 grammi di anfetamine e 15 millilitri di popper.

I giovani, che hanno 20 e 25 anni, sono comparsi ieri mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Mario La Rosa per rispondere di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La difesa degli imputati ha chiesto il rito abbreviato e il pubblico ministero Marco Giancristofaro, al termine dell’arringa, ha chiesto una condanna a due anni e otto mesi di carcere, richiesta accolta dal gup. 

I giovani, entrambi originari della provincia di Salerno, erano stati notati a bordo del treno per il loro atteggiamento sospetto da un militare che aveva avvisato il locale comando dei carabinieri poi, con l’aiuto di due colleghi liberi dal servizio, li aveva fermati e perquisiti rinvenendo il consistente quantitativo di stupefacenti, corrispondente complessivamente a circa 370 dosi, oltre al materiale per il confezionamento e 490 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio. I ragazzi erano stati quindi arrestati mentre la droga e l’altro materiale posto sotto sequestro. Ieri il processo e la condanna per tutti e due che si trovano agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento