rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Il caso / Fondi

Sciopero e protesta degli autotrasportatori al Mof: l'incontro con il sindaco

Il primo cittadino al lavoro per convocare un tavolo tecnico e interloquire con prefetto, politici e istituzioni sovracomunali

Il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto, accompagnato dai consiglieri Mariano Di Vito e Guido La Rocca, delegati rispettivamente ai rapporti con il Mof e all'Agricoltura, si è recato ieri pomeriggio all'ingresso del Mof dove è in corso una manifestazione di protesta promossa dagli autotrasportatori del comprensorio, messi a dura prova dai rincari del carburante, dalle norme di settore sempre più stringenti e dalla mancanza  di infrastrutture viarie adeguate e funzionali a uno dei mercati all’ingrosso più importanti di Italia.

Il primo cittadino di Fondi ha ascoltato con attenzione e compartecipazione, assieme al direttore del Mof Roberto Sepe e all'amministratore delegato Enzo Addessi, le problematiche esposte dai rappresentanti della Federazione Autotrasportatori Italiani (Fai). Dagli aumenti relativi a gasolio, ad-blue, pneumatici e ed energia, alle difficoltà legate alla viabilità, dai rincari autostradali alla carenza di autisti. Le criticità, come illustrato dalla Federazione e dagli autotrasportatori, interessano poi di conseguenza anche gli agricoltori, i grossisti, gli intermediari e l'intero comparto, con conseguenze dirette sull'economia del territorio.

Il sindaco, oltre ad esprimere solidarietà, ha dato la sua disponibilità a convocare un tavolo tecnico e a chiedere un incontro con il prefetto, primo rappresentante del governo al livello provinciale, e con il presidente della Regione Nicola Zingaretti, al quale ribadire le note criticità viarie che acuiscono il momento di crisi in atto. Il primo cittadino ha inoltre subito avviato un'interlocuzione con il senatore Claudio Fazzone, con l'eurodeputato Salvatore De Meo e con il consigliere regionale Giuseppe Simeone per sostenere le ragioni di una categoria fondamentale per il funzionamento della filiera agroalimentare.

La protesta, che ha preso forma a Fondi in quanto sede del Mercato ortofrutticolo tra i più grandi e importanti d'Europa, ha infatti assunto già da diversi giorni proporzioni nazionali e interessa trasversalmente tutti i settori commerciali. Il comparto ortofrutticolo, tuttavia, proprio in ragione della deteriorabilità della merce trasportata, è quello che più di ogni altro sta pagando il prezzo dei rincari con pesanti ripercussioni sull'intera filiera.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero e protesta degli autotrasportatori al Mof: l'incontro con il sindaco

LatinaToday è in caricamento