rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il provvedimento del giudice / Fondi

Sequestrava in casa e picchiava il convivente: arrestato un 20enne

Gli agenti del commissariato di Fondi hanno dato esecuzione a una misura di aggravamento degli arresti domiciliari a cui il giovane era già sottoposto e che aveva ripetutamente violato

Il personale del commissariato di polizia di Fondi, ha arrestato un 20enne in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina Giorgia Castriota.

L’indagato era sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per i reati di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona ai danni del convivente, che lo aveva denunciato per le continue violenze e umiliazioni a cui era sottoposto, consistite, tra l’altro, nel privarlo della libertà personale, costringendolo a rimanere chiuso in camera senza permettergli di uscire, arrivando addirittura a controllarlo attraverso un sistema di videosorveglianza installato in casa e nel picchiarlo in più occasioni.

 Nel corso di mirati controlli per la verifica del rispetto degli obblighi a cui era sottoposto, gli agenti hanno però accertato che l’indagato ha mostrato assoluta indifferenza verso la misura restrittiva violandola in diverse occasione. Su richiesta della Procura e del sostituto procuratore Martina Taglione, il gip del tribunale di Latina, condividendo la tesi degli investigatori, ha dunque disposto la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella più afflittiva della custodia cautelare in carcere. L'uomo, al termine delle formalità di rito, è stato dunque associato alla casa circondariale di Velletri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrava in casa e picchiava il convivente: arrestato un 20enne

LatinaToday è in caricamento