rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca Fondi

"Dammi i soldi o ti faccio a pezzi": arrestato mentre minaccia il padre per avere denaro per la droga

A finire in manette per maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, lesioni personali ed estorsione un 33enne tossicodipendente di Fondi

“Se non mi dai i soldi ti faccio a pezzi”. E’ stato arrestato mentre minacciava il padre per avere soldi per acquistare droga T.M., 33enne di Fondi accusato di maltrattamenti in famiglia, minaccia, atti persecutori, lesioni personali ed estorsione.

Ad intervenire all’interno dell’abitazione della famiglia martedì pomeriggio la Squadra volante del commissariato di Fondi dopo la telefonata di un uomo che ha spiegato di avere ricevuto minacce dal figlio che voleva denaro.

Da un primo accertamento è emerso che presso quell’indirizzo c’era già stato un intervento, lo scorso settembre, sempre per gli stessi motivi. Giunti sul posto, gli agenti di polizia hanno provato più volte a citofonare, senza tuttavia ottenere risposta. L’uomo che aveva effettuato la segnalazione è stato quindi ricontattato telefonicamente e ha raccontato di non essere in grado di aprire il portone di casa in quanto il figlio lo aveva chiuso in una stanza, bloccando la porta. Dopo qualche istante, dal portone dello stabile, sono uscite precipitosamente due persone di giovane età che alla vista del personale del Commissariato hanno cercato di eludere il controllo, ma sono state bloccate e identificate rispettivamente nel figlio e in un suo amico, risultato poi estraneo ai fatti. Il padre ha raccontato che poco prima della richiesta di nostro intervento, suo figlio aveva chiesto 40 euro in malo modo, richiesta respinta dal genitore che sapeva come il denaro servisse a comprare sostanze stupefacenti. Al rifiuto il figlio ha minacciato il genitore di ammazzarlo.

I tentativi di estorsione del denaro andavano avanti da un paio di settimane e negli ultimi due giorni l’uomo era stato costretto a consegnare al figlio, tossicodipendente e in piena crisi di astinenza, 900 euro. T. M. nel 2018 era già stato colpito da una misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare, per i reati di maltrattamenti in famiglia, ed estorsione, fatti per i quali è stato condannato con sentenza definitiva a tre anni e 5 mesi di reclusione con la sospensione della pena.  ed era stato condannato con sentenza divenuta definitiva in data 09/04/2021, ad anni 3 e mesi 5 di reclusione. L’uomo è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dammi i soldi o ti faccio a pezzi": arrestato mentre minaccia il padre per avere denaro per la droga

LatinaToday è in caricamento