rotate-mobile
Cronaca Fondi

'Aleppo II', D'Alterio assolto per concorrenza con violenza o minaccia per 'La Suprema'

Peppe 'o marocchino avrebbe impedito all'amministratore giudiziario di far lavorare la sua ex società. L'accusa aveva chiesto sette anni

Assolto per non aver commesso il fatto. Questa la sentenza con la quale questa mattina si è concluso il processo a carico di Giuseppe D’Alterio accusato di avere attuato atti di concorrenza con violenza o minaccia nell’ambito dell’inchiesta ‘Aleppo II’ portata a termine nel 2019.

Secondo l’accusa, rappresentata dal pubblico ministero Luigia Spinelli che nella scorsa udienza aveva chiesto una condanna a sette anni di carcere, D’Alterio, al quale avevano posto sotto sequestro ‘La Suprema srl’ che operava all’interno del Mercato ortofrutticolo di Fondi, nonostante si trovasse in carcere era riuscito ad impedire alla stessa ditta – in regime di amministrazione giudiziaria – di lavorare e proseguire l’attività di trasporto merci, di imporre una sorta di monopolio nei trasporti merce del Mercato ortofrutticolo di Fondi riuscendo a estromettere la ditta ormai in regime di amministrazione giudiziaria minacciando quegli operatori chiamati proprio dall’amministratore a lavorare per garantire l’attività della ditta. Così nessun autotrasportatore ha accettato di lavorare per la società di D’Alterio e anche gli altri operatori del Mof avevano voluto mantenere i rapporti con ‘La Suprema’. Tanto che l’amministrazione giudiziaria aveva dovuto prendere atto dell’impossibilità di poter lavorare mentre Peppe ‘o marocchino aveva comunque costituito una nuova ditta intestata a prestanome.

Oggi però il Tribunale – presidente Soana, a latere Velardi e Nadile – a conclusione della camera di consiglio ha accolto la richiesta del legale di D’Alterio, l’avvocato Francesco Nania, e ha pronunciato una sentenza di assoluzione con formula piena. La difesa non esclude la possibilità di avviare un’azione giudiziaria per ingiusta detenzione e chiedere un risarcimento per i due anni trascorsi tra carcere e arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Aleppo II', D'Alterio assolto per concorrenza con violenza o minaccia per 'La Suprema'

LatinaToday è in caricamento