rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Le indagini / Fondi

Tredicenne morta a Fondi, aperto un fascicolo contro ignoti. Atteso l’esito di altri accertamenti

La nota ufficiale della Procura di Latina. Eseguito intanto l’esame autoptico. Da via Ezio fanno sapere che “la complessità dell’accertamento richiesto al medico legale non permette allo stato di avanzare ipotesi certe sulla causa che ha portato al decesso” di Martina Quadrino

Un fascicolo contro ignoti è stato aperto dalla Procura della Repubblica di Latina per fare piena chiarezza sulla morte di Martina Quadrino, la 13enne deceduta nella sera di giovedì 14 aprile a Fondi in seguito ad un malore accusato, secondo una primissima ipotesi, probabilmente dopo aver mangiato un panino, a quanto sembra nel corso di una festa in un locale. 

A renderlo noto la stessa Procura che nel pomeriggio di oggi, lunedì 18 aprile, ha diramato una nota ufficiale. “E’ stato aperto un procedimento nei confronti di ignoti al fine di accertare le cause di quanto avvenuto” si legge nella nota dove viene specificato che proprio per questo motivo “è stata disposta l’autopsia sulla salma della giovane” affidata alla dottoressa Maria Cristina Setacci ed eseguita nel pomeriggio di sabato 16 aprile.

Intanto i carabinieri della locale Stazione a cui sono affidate le indagini hanno ricostruito le ultime ore della giovane, “al fine di verificare se abbia assunto cibi o bevande che possano aver contribuito a determinarne l’improvviso decesso, anche in relazione alla sussistenza di allergie, note o meno. La complessità dell’accertamento richiesto al medico legale – si legge ancora nella nota della Procura - non permette allo stato di avanzare ipotesi certe sulla causa che ha portato al decesso di Martina, essendo necessario a tal fine attendere l’esito di esami ed accertamenti che la dottoressa Setacci ha avviato a seguito dell’espletamento dell’autopsia”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredicenne morta a Fondi, aperto un fascicolo contro ignoti. Atteso l’esito di altri accertamenti

LatinaToday è in caricamento