menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondi, weekend di controlli anticovid: raffica di multe ai giovani. Una donna positiva sorpresa a fare la spesa

Il sindaco Beniamino Maschietto aveva annunciato un'intensificazione delle verifiche in città. Arrivano i primi risultati: 43 giovani identificati, di cui otto maggiorenni

Comincia a migliorare la situazione dei contagi nella città di Fondi dopo l'impennata di casi dei giorni scorsi come conseguenza delle festività natalizie. Ma quello appena trascorso è stato un fine settimana di controlli proprio per verificare il rispetto delle misure anti contagio.

"Abbiamo voluto mettere in sicurezza la città principalmente con i drive-in e con i controlli - spiega il sindaco Beniamino Maschietto - I drive-in sono stati effettuati soprattutto sugli studenti nelle di elementari, medie e superiori. Ieri abbiamo voluto farlo anche con i nostri dipendenti e nei prossimi giorni mettiamo a disposizione il servizio anche per le forze dell'ordine". Il sindaco ha poi alla polizia locale un'intensificazione dei controlli dopo decine di segnalazioni arrivate dai cittadini su assembramenti di giovani, concentrati in particolare sotto i portici del Comune, quartiere San Rocco, Palazzetto dello Sport e via Gobetti.

In queste settimane in particolare sono stati fermati e iddentificati 43 giovani, di cui otto subito sanzionati. Gli altri invece tutti minorenni. "E' il momento di avere più responsabilità e sensibilità - commenta il primo cittadino - C'è un Dpcm da rispettare e i genitori devono fare in modo che questo avvenga". Non sono però solo i ragazzi a non rispettare le regole, ma anche gli adulti e qualche volta gli anziani. Proprio nel corso dei controlli è stata infatti fermata e denunciata una donna, che era appena rientrata in casa con le buste della spesa nonostante fosse positiva. Diversi anziani invece sono stati sorpresi a giocare a carte sotto un gazebo e sono stati immediatamente allonanati.

Altri controlli da parte del commissariato di polizia sono poi stati estesi anche alle attività commerciali. In particolare un bar è stato chiuso per cinque giorni e sanzionati gli avventori. Gli agenti hanno infatti scoperto che il titolare faceva servizio al tavolo. Altre verifiche sono state effettuate anche su strada per il controllo della zona arancione e dei divieti imposti dal coprifuoco

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento