rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Il fatto / Fondi

Dopo il divieto di avvicinamento continua a perseguitare l’ex compagna: scatta l’arresto

Ai domiciliari a Fondi un uomo di 51 anni. A luglio il primo provvedimento: l’uomo aveva minacciato, inseguito e stretto le mani al collo della donna che terrorizzata aveva denunciato tutto alla polizia

Dopo il divieto di avvicinamento per mesi ha continuato a perseguitare l’ex compagna: per un uomo di 51 anni è scattato ora l’arresto. Nella giornata di ieri gli agenti del Commissariato di Fondi hanno infatti eseguito l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliare emessa dal Tribunale di Latina in sostituzione della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa, cui era sottoposto dal luglio all’arrestato

L’arresto è l’atto conclusivo di una triste vicenda che vede come vittima una donna di 43 anni che aveva avuto con il 51enne una lunga relazione sentimentale dalla quale nel 2008 era nato un bambino. Stanca del comportamento violento e geloso dell’uomo nel 2017 la donna aveva deciso di lasciarlo; lui non ha mai accettato questa decisione e da quel momento ha iniziato ad avere nei confronti dell’ex compagna un vero e proprio comportamento persecutorio, offendendola ed inseguendola ovunque si trovasse, perseguitandola con la sua gelosia, con atti di danneggiamento contro l’auto, fino ad ossessionare il figlio con continue telefonate ove chiedeva con insistenza della madre.

La situazione è peggiorata quando la vittima ha iniziato una relazione con un altro uomo. “In una di queste occasioni - ricostruiscono dalla Questura di Latina -, l’indagato, accecato dalla gelosia”, dopo aver seguito la donna, prima l’ha minacciata con un bastone, per poi stringerle il collo con le mani e minacciarla di morte. La 43enne, nonostante tutto era riuscita a liberarsi e fuggire, dopo aver subito anche il danneggiamento dell’auto.

Terrorizzata da questi comportamenti, si è quindi fatta forza ed accompagnata da una amica si è rivolta al Commissariato di Fondi dove ha denunciato tutto. Da qui hanno preso il via le indagini della polizia, in piena sinergia con la Procura di Latina, che hanno portato al primo provvedimento limitativo della libertà personale nei confronti dell’uomo che stabiliva il divieto di avvicinamento alla donna eseguito dalla polizia pochi giorni la denuncia sporta dalla vittima

Un provvedimento che però non ha convinto l’uomo a desistere dai suoi comportamenti tornando a perseguitare l’ex compagna portando il Tribunale di Latina ad emettere la più grave misura coercitiva personale sottoponendo così l’indagato agli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il divieto di avvicinamento continua a perseguitare l’ex compagna: scatta l’arresto

LatinaToday è in caricamento