rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Fondi

Violenza di gruppo su un disabile, giovanissimo rinviato a giudizio

La vittima è un 40enne di Fondi con problemi di autismo. I tre ragazzi avevano anche filmato e diffuso sulle chat lo stupro

Aveva partecipato ad uno stupro di gruppo ai danni di un disabile e oggi è stato rinviato a giudizio con l’accusa di violenza sessuale. P.G., 23 anni, il 1 aprile 2019 insieme a due coetanei di Fondi aveva commesso una serie di abusi ai danni di un uomo allora 40enne affetto da disabilità disabilità intellettiva e problemi di autismo.

I tre giovanissimi avevano incontrato l’uomo nei pressi della biblioteca multimediale di Fondi e l’avevano costretto a stendersi a terra, gli avevano fatto abbassare i pantaloni e gli slip e lo avrebbero masturbato utilizzando dei rametti. Il tutto riprendendo la scena con i telefoni cellulari e diffondendo poi il video su due chat di WhatsApp. Una violenza commessa, come si legge nel capo di imputazione, “abusando della sua condizione di inferiorità psichica”. A indagare erano stati i carabinieri che erano riusciti a risalire ai protagonisti.

Due di loro sono già stati rinviati a giudizio a ottobre 2021 mentre oggi, martedì 11 giugno, in sede di udienza preliminare è  stata discussa la posizione del terzo ragazzo nei confronti del quale il pubblico ministero Valerio De Luca ha chiesto il rinvio a giudizio. Il gup Giuseppe Molfese al termine della camera di consiglio ha accolto la richiesta rinviando a giudizio il 23enne, assistito dall’avvocato Luca Velletri. La prima udienza del processo è fissata per 6 maggio del prossimo anno davanti al secondo collegio penale del Tribunale di Latina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza di gruppo su un disabile, giovanissimo rinviato a giudizio

LatinaToday è in caricamento