Formia, pretende una visita immediata al pronto soccorso: sfonda la porta con un estintore

L'intervento dei carabinieri si è concluso con l'arresto di un 28enne per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio

L'ospedale Dono Svizzero

Danneggiamento aggravato, interruzione di pubblico servizio e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. A Formia  si è registrata l'ennesima aggressione in ospedale e un 28enne, già sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nel comune, è finito agli arresti. 

Il giovane si è recato nella serata di ieri, 29 ottobre, al pronto soccorso dell'ospedale Dono Svizzero e ha preteso di essere immediatamente visitato, senza nessun giustificato motivo, senza rispettare la prassi amministrativa dell'obbligo di registrazione. Al rifiuto da parte del personale sanitario ha afferrat un estintore presente nella sala d'attesa del nosocomio e lo ha lanciato contro la vetrata della porta d'ingresso del pronto soccorso. 

La violenta aggressione ha determinato l'interruzione prolungata del servizio e ha richiesto l'intervento dei carabinieri. I militari, raggiunto l'ospedale, hanno bloccato il 28enne e lo hanno condotto negli uffici della stazione e poi rinchiuso nelle camere di sicurezza della caserma di Scauri come disposto dall'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

Torna su
LatinaToday è in caricamento