Formia, il 5 maggio la rimozione dell’ordigno bellico: sospesa la circolazione dei treni

Modifiche al traffico ferroviario lungo la linea Roma-Formia-Napoli. Previste anche variazioni nei collegamenti marittimi con le isole di Ponza e Ventotene

Sono possibili disagi anche per la circolazione dei treni nella giornata di domenica 5 maggio in vista delle operazioni di disinnesco e la rimozione dell'ordigno bellico rinvenuto nella zona di Rio Fresco a Formia.

Come disposto, infatti, su ordinanza della Prefettura di Latina, dalle 7.45 alle 17 sarà sospespo il traffico ferroviario fra Monte San Biagio e Sessa Aurunca, sulla linea Roma-Formia-Napoli.  Queste le modifiche alla circolazione: i treni della lunga percorrenza viaggeranno sul percorso alternativo, via Cassino, senza effettuare le fermate intermedie tra Roma e Aversa; i treni regionali circoleranno tra Roma Monte San Biagio e fra Sessa Aurunca Napoli.

Per le ripercussioni anche sulla circolazione stradale, nella tratta interessata dalle operazioni degli artificieri (Monte San Biagio-Sessa Aurunca) non sarà possibile effettuare servizi sostitutivi con autobus. L'orario di termine delle attività sarà subordinato all'effettivo completamento delle operazioni.

ordigno_formia_treni-2

Sono previste variazioni anche nei collegamenti marittimi con le isole pontine nella giornata di domenica 5 maggio.

ordigno_formia_collegamento_marittimo-2

Rimozione ordigno bellico a Formia: tutte le informazioni utili

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento