menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Folle fuga con la droga a Cellole, processo per direttissima e condanna per i due fratelli di Formia

I due sono comparsi davanti al giudice del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e hanno scelto il rito abbreviato. Sono stati entrambi scarcerati

Processo per direttissima, condanna e scarcerazione per i due fratelli di Formia arrestati sabato dai carabinieri a Cellole per detenzione a fini di spacciodi sostanze stupefacenti e oltraggio a pubblico ufficiale. 

Ieri presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere si è svolta la convalida dell’arresto ed il processo per direttissima. Convalidato l’arresto, la defesa, rappresentata dall'avvocato Vincenzo Macari, ha chiesto e ottenuto il processo con rito abbreviato. A fronte delle richieste del pubblico ministero di condanna a 1 anno e 6 mesi per il 28enne pregiudicato ed 1 anno e 4 mesi per il 23enne il giudice li ha condannati rispettivamente ad 1 anno e due mesi ed 1 anno, previa sospensione condizionale della pena. Il magistrato ha accolto la richiesta della difesa rimettendo in libertà i due ragazzi  fissando per il 28enne un obbligo di dimora nel comune di Formia.

I due sabato avevano seminato il panico tra le strade di Cellole fino a Piedimonte per sfuggire ai controlli dei Carabinieri ed essere trovati in possesso della droga e dato vita ad una folle fuga, terminata con l’impatto della propria autovettura contro il muro di un palazzo, nel comune di Piedimonte, dopo aver percorso oltre 10 chilometri in fuga. Qui era scattato l'arresto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento