rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Formia

False fatture per evadere l'iva: sequestro di beni a un imprenditore per mezzo milione di euro

L'attività investigativa e l'operazione conclusa dalla Guardia di finanza di Formia, coordinata dalla procura di Cassino

I finanzieri della Guardia di finanza di Formia hanno dato esecuzione a un sequestro preventivo nei confronti di una cooperativa e del suo rappresentante legale, 60enne residente a Spigno Saturnia. Nella misura disposta dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cassino nei confronti di un imprenditore formiano del settore dei trasporti di merce rientrano conti correnti, fabbricati, terreni e mezzi aziendali.

Le indagini di polizia economico-finanziaria svolte nell?ambito di una verifica fiscale condotta dalle Fiamme Gialle pontine hanno consentito di scoprire una frode fiscale posta in essere tra il 2014 e il 2018. Il responsabile non soltanto aveva prodotto all?incirca 1.200 fatture false rinvenute nel corso dell'attività investigativa, ma le aveva successivamente contabilizzate e inserite nella dichiarazione fiscale per ottenere un illecito ?risparmio? dell'Iva. pari ad oltre mezzo milione di euro.

Le investigazioni compiute attraverso l?analisi di rischio effettuata con il supporto delle banche dati in uso al Corpo e gli accertamenti bancari hanno consentito di denunciare l'imprenditore per il reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti e di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. L?operazione conferma la grande attenzione delle Fiamme Gialle pontine nel contrasto dell'evasione contribuendo a preservare la leale concorrenza tra le imprese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False fatture per evadere l'iva: sequestro di beni a un imprenditore per mezzo milione di euro

LatinaToday è in caricamento