Incendio sul Monte Redentore a Formia, l'allarme del Parco: "Più mezzi per la prevenzione"

Non sono bastati i controlli messi in campo dai carabinieri forestali. Gravissime le conseguenze: 200 ettari bruciati, 15 persone soccorse. Ora una mappatura dell'area colpita

Ieri pomeriggio, 24 agosto, un vasto incendio che ha distrutto 200 ettari di vegetazione sul Monte Redentore, a Formia, mettendo in pericolo la vita di 15 escursionisti che percorrevano i sentieri di montagna e che sono stati improvvisamente accerchiati dal fuoco. Ora, l'allarme del presidente e del direttore del Parco dei Monti Aurunci, Marco Delle Cese e Giorgio De Marchis, che annunciano la richiesta ufficiale di un incremento di uomini e mezzi per fare fronte all'attività anticendio. 

"Quanto avvenuto in queste ore su monte Redentore a Formia ci lascia basiti - dichiarano i vertici del Parco - rispetto a un fenomeno come gli incendi boschivi che, nonostante l'impegno e controlli, non si riesce a debellare in una zona di alto pregio paesaggistico e naturalistico. Il servizio di vigilanza dell'Ente è stato presente e attivo nelle operazioni di spegnimento attraverso il modulo antincendio in dotazione al Parco dei Monti Aurunci. È stata messa in campo un'azione sinergica con i carabinieri forestali, ma purtroppo questi atti delinquenziali sono riaffiorati. Tutto ciò, però, non ci impedisce di continuare a tenere altamente salda la barra della prevenzione e dei controlli per affidare alla giustizia i responsabili di questo scempio". 

"Ora la questione verrà sottoposta alla Regione Lazio - continuano dal Parco - alla quale chiederemo un incremento di uomini e mezzi da destinare all'attività antincendio. Contestualmente avvieremo una mappatura dell'area colpita dall'incendio per la bonifica e il ripristino ambientale. Ringraziamo i vigili del fuoco i carabinieri forestali e la protezione civile intervenuta con mezzi aerei (canadair ed elicotteri), per domare il vasto rogo e mettere in salvo gli escursionisti che si trovavano su monte Redentore".

Il vasto rogo, divampato nel primo pomeriggio di ieri, è stato domato solo intorno alle 20 dopo lunghe ore d lavoro da parte delle squadre territoriali, dei canadair della flotta aerea dei vigili del fuoco e degli elicotteri della Regione Lazio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paga 20mila euro per comprare un'auto ma la concessionaria era finta: denunciato il truffatore

  • Incidente ad Aprilia, sono moglie e marito le due vittime travolte da un'auto in via La Cogna

  • Inseguimento e spari in strada: polizia esplode colpi contro l’auto dei rapinatori in fuga

  • Non paga il pedaggio in autostrada, smascherato: danni per 10mila euro

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • Investimento mortale sui binari, sospesa la circolazione dei treni sulla Roma-Napoli

Torna su
LatinaToday è in caricamento