rotate-mobile
Cronaca Formia

Romeo Bondanese ucciso a 17 anni, chiusa l'inchiesta: un minorenne accusato di omicidio, altri quattro di rissa

Un 17enne di Casapulla indagato per omicidio preterintenzionale e tentato omicidio di un cugino della vittima. Tutto nato da un banale litigio

Chiuse le indagini per l'omicidio di Romeo Bondanese, il 17enne ucciso a Formia la sera del 16 febbraio 2021, poco lontano dal Mc Donald's di via Vitruvio. Il giovane è stato ucciso da una coltellata che gli ha reciso l'arteria femorale. Come riporta Caserta News, il pubblico ministero della procura per i minorenni di Roma, Maria Perna, ha notificato gli avvisi e si prepara a chiedere il giudizio per i cinque indagati, tutti minorenni. 

Uno di loro, un 17enne originario di Casapulla, in provincia di Caserta, deve rispondere dell'omicidio, gli altri sono accusati di rissa. Il primo è ritenuto responsabile di aver inferto la coltellata che ha ucciso Bondanese ma risponde anche del tentato omicidio di un altro ragazzo, parente della vittima, rimasto ferito a una gamba da un altro fendente. Il giovane di Casapulla risponde anche di rissa insieme ad altri tre minori di Portico di Caserta, Recale e Casapulla e al parente di Romeo Bondanese, un cugino, residente invece a Formia.

Le indagini degli investigatori della polizia hanno potuto ricostruire cosa successe quella sera. All'origine della tragedia c'era stato un banale litigio tra la vittima e il 17enne di Casapulla che, nel litigio, aveva estratto un coltello con cui aveva ferito i due giovani formiani. 

Nella difesa gli avvocati Luigi Tecchia, Giuseppe Biondi, Gianluca Giordano, Vincenzo Macari, Carmela Ferraro e Massimo Grillo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romeo Bondanese ucciso a 17 anni, chiusa l'inchiesta: un minorenne accusato di omicidio, altri quattro di rissa

LatinaToday è in caricamento