Forte, (Pd): In arrivo i fondi regionali per la messa in sicurezza delle scuole

A Latina 530mila euro all'elementare De Amicis, alla materna di via Milazzo destinati 359mila euro, tra i vari istituti distribuiti 532mila euro. In totale sono 5 milioni destinati alle scuole della provincia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

In arrivo i fondi regionali per la messa in sicurezza delle scuole, nello specifico per l’adeguamento sismico e per la generale messa a norma degli edifici. Ad annunciarlo è il consigliere regionale del Pd Enrico Forte.

Sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio è stata pubblicata la determina del 5 ottobre 2015- relativa al programma straordinario di interventi per la messa in sicurezza dell’edilizia scolastica  - in cui sono contenuti gli impegni di spesa a favore dei comuni del triennio 2015/2017 e la liquidazione della prima tranche di fondi, prevista nell’esercizio corrente.

«L’impegno complessivo della Regione è di oltre 73 milioni di euro - spiega il consigliere regionale Enrico Forte- di cui oltre 5 milioni destinati alle scuole della provincia di Latina, ed in particolare ai comuni di Aprilia, Bassiano, Cisterna, Cori, Fondi, Formia, Gaeta, Latina, Lenola, Minturno, Prossedi, Priverno, Pontinia, Roccagorga, Roccasecca, Ponza,  San Felice Circeo, Sabaudia, Sermoneta, Sezze, Sonnino, Sperlonga e Terracina.».

Questo l’ammontare degli interventi previsti per il capoluogo: «A Latina lo stanziamento  distribuito nel trienno è di 1.407.000 euro. Le scuole interessate - spiega Forte - sono l’elementare De Amicis cui andranno 530mila euro, poi la materna di via Milazzo destinataria di 359mila euro. Distribuita tra vari istituti, invece, la somma di 532mila euro.

Con queste somme si provvederà all’adeguamento sismico ed alla generale messa a norma degli edifici. Una testimonianza di come la Regione -conclude Forte - abbia a cuore l’edilizia scolastica che nella città di Latina soffre di una cronica carenza che speriamo, attraverso questi fondi, possa essere in parte sanata. Ma l'impegno è rivolto anche ai comuni più piccoli, testimoniando che la Regione non vuole lasciare indietro nessuna realtà territoriale».

Torna su
LatinaToday è in caricamento