Freddo nelle scuole a Cisterna, Comune ancora a lavoro. Chiusa la “Bellardini”

Tecnici a lavoro per risolvere i problemi causati del freddo. Comune: "Riscaldamenti nelle scuole sono tutti attivi". Ordinanza di chiusura per due giorni del plesso di Collina dei Pini per la rottura di una tubatura esterna

Sono a lavoro da ieri i tecnici incaricati dal Comune a Cisterna per i problemi sopraggiunti nelle scuole a causa dell’eccezionale ondata di freddo.

“Interventi straordinari sugli impianti di riscaldamento che travalicano la normale manutenzione (regolarmente effettuata sui plessi anche durante il periodo delle vacanze natalizie appena trascorso) tesi a garantire condizioni adeguate all’ordinario svolgimento delle lezioni ed evitare l’interruzione del servizio laddove non è strettamente necessario” spiegano dall’Amministrazione. 

Dopo le misure adottate nei giorni scorsi - riparazioni e rimessa in funzione degli impianti bloccati dal congelamento dell’acqua all’interno delle tubature e del gasolio nei serbatoi, oltre all’ampliamento dell’orario di accensione dei riscaldamenti anticipato alle 4 del mattino e prolungato fino alle ore 16 - oggi è stato effettuato un nuovo giro di interventi per verificare ed eventualmente ripristinare il funzionamento degli impianti. 

“Dal rilevamento è stato accertato che i riscaldamenti delle scuole di Cisterna sono al momento tutti attivi - illustrano dal Comune -, con l’eccezione della primaria ‘A. Bellardini’ di Collina dei Pini che, presumibilmente nel corso della notte, ha subito la rottura di una tubatura esterna sempre a causa del freddo”. 

Per questo il sindaco Eleonora Della Penna ha disposto un’ordinanza di chiusura del plesso per i prossimi due giorni così da consentire, già a partire da domani mattina, l’inizio dei lavori di riparazione.

Difficoltà sono state riscontrate poi nella scuola media inferiore “Plinio il Vecchio” dove, “pur con la piena funzionalità dell’impianto, in alcune aree comuni del plesso la temperatura non riesce a salire abbastanza a causa della dispersione di calore all’interno della struttura e l’insufficiente numero dei radiatori per questo eccezionale evento climatico”. 

In fase di risoluzione anche il problema delle due classi della sezione G della scuola “A. Volpi”, dove è stata già predisposta la sostituzione di due componenti relativi ai termosifoni. 

“Per far fronte alla situazione e scaldare quanto più possibile gli ambienti - concludono dal Comune -, l’amministrazione comunale ha disposto che i termosifoni della “Plinio” e della “Volpi” restino accesi ininterrottamente (giorno e notte) fino a che le temperature non torneranno nella media stagionale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione resterà monitorata dagli uffici competenti e dall’assessorato alla Pubblica Istruzione che sono in costante contatto con le dirigenze scolastiche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020 a Fondi e Terracina: lo spoglio dei voti in diretta

  • Elezioni a Fondi 2020: risultati sindaco

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Tintari e Giuliani

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento