rotate-mobile
Cronaca Aprilia

Frode fiscale ed evasione: maxi sequestro di beni per 1,5 milioni

Le indagini della Guardia Finanza su un giro di evasione e false fatture legate a imprese di facchinaggio e trasporto merci che era stato scoperto ad Aprilia

Frode fiscale, evasione delle imposte sul reddito, dell’Iva e dei contributi previdenziali di imprese che operano nel settore del facchiaggio e del trasporto merci. Tutto realizzato attraverso l’utilizzo di società fittizie. La Guardia di Finanza del comando provinciale di Latina ha eseguito oggi un sequestro preventivo per equivalente di beni, conti correnti e partecipazioni societarie intestati a due soggetti indagati che gestivano le imprese.

La misura cautelare, disposta dal gip del tribunale di Latina su richiesta della Procura, scaturisce da indagini condotte dalla tenenza di Aprilia eseguite mediante verifiche fiscali e indagini di carattere patrimoniali finalizzate alla ricostruzione del patrimonio che era stato illecitamente accumulato dai due responsabili della frode.

Il sequestro preventivo operato dalla Finanza ha interessato sette conti correnti, accesi su cinque diversi istituti di credito, due immobili a Roma, un terreno a Nettuno e 32 quote di partecipazione in altrettante società ubicate tra Latina, Roma e Milano, per un valore nominale di 1,5 milioni.

I due soggetti indagati devono rispondere dei reati di emissione di false fatture, dichiarazione infedele, omessa dichiarazione, omesso versamento di ritenute dovute o certificate, omesso versamento dell’Iva e di contributi. Il sistema di frode aveva consentito di accumulare illeciti profitti a discapito della libera concorrenza, consentendo così alle società di offrire e praticare prezzi notevolmente inferiori a quelli di mercato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode fiscale ed evasione: maxi sequestro di beni per 1,5 milioni

LatinaToday è in caricamento