Sul motorino rubato non si ferma all’alt dei carabinieri, preso dopo inseguimento

Bloccato al termine di una fuga tra le vie del centro di Latina, il giovane 30enne di Sabaudia ha anche aggredito i militari. E' riuscito invece a far perdere le sue tracce il complice

(foto d'archivio)

A bordo di un motorino rubato non si è fermato all’alt dei carabinieri: arrestato a Latina un giovane di 30 anni di Sabaudia, mentre il suo complice è riuscito a far perdere le sue tracce. 

E’ accaduto all’alba di oggi in pieno centro a Latina, nella zona di piazzale Prampolini. 

Il giovane era a bordo del due ruote con il suo complice quando all’alt intimato dai militari ha proseguito al sua corsa. 

Ne è nato subito un inseguimento per le vie del centro di Latina fino a quando il conducente del mezzo non è stato bloccato dai militari nei confronti quali ha opposto resistenza aggredendoli e colpendo uno di loro con una calcio, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. 

Il 30enne è stato arrestato per violenza, resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e ricettazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento