Vendono fuochi d’artificio illegali ad Ostia, nei guai tre pontini

Partiti da Latina sono stati fermati dalla polizia locale mentre, Servendosi della loro auto, carica di fuochi d'artificio, vendevano abusivamente ordigni pirotecnici. Per loro è scattata la denuncia; sequestrati 1500 articoli

I botti illegali in vendita (fonte foto romatoday.it)

Erano partiti da Latina diretti ad Ostia per vendere fuochi d’artificio i tre uomini fermati ieri dalla polizia locale nella cittadina sul lungomare romano e denunciati.

Sequestrati anche 1500 articoli pirotecnici che i tre avevano posto in vendita.

E’ accaduto nella mattinata di ieri quando gli uomini del X Gruppo Mare di Polizia Locale, coordinati dal Comandante Antonio Di Maggio, impegnati nel pattugliamento del territorio, hanno fermato i tre.

Servendosi della loro auto, carica di fuochi d'artificio, vendevano abusivamente ordigni pirotecnici non di libera vendita. I materiali esplodenti sono stati posti sotto sequestro ed i responsabili condotti in ufficio. Per loro è scattata la denuncia (da RomaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento