Furti nelle abitazioni: arnesi da scasso nascosti nell’auto: due denunciati

I due volti noti alle forze dell'ordine, residenti nella provincia di Napoli, fermati dai carabinieri nella notte a Gaeta. Il materiale, con ogni probabilità utilizzato per commettere furti nelle abitazioni, è stato posto sotto sequestro

Sono stati fermati dai carabinieri e trovati in possesso di arnesi da scasso. 

I due, pregiudicati residenti nella provincia di Napoli, sono stati denunciati nella notte a Gaeta

Fermati dai carabinieri i due sono stati sottoposti a perquisizione veicolare: proprio nell’auto i militari hanno rinvenuto arnesi atto allo scasso verosimilmente utilizzati per commettere furti nelle abitazioni della zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due sono stati denunciati mentre il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento