rotate-mobile
Le indagini dei carabinieri

Quaranta furti in un anno: 15 persone arrestate. La banda in azione anche nella provincia di Latina

Si stima un giro di affari di oltre 2 milioni di euro. Bersagli: aziende di energie rinnovabili, imprese agricole e abitazioni

Hanno messo a segno circa 40 colpi in un anno circa, con un giro d'affari di oltre due milioni di euri. Quindici persone sono state arrestate dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Sessa Aurunca e dai carabinieri della stazione di Grazzanise, ritenute responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il partimonio. Come riporta Caserta Today, le indagini coordinate dalla procura di Caserta, condotte tra luglio 2019 e agosto 2020 attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali e servizi dinamici sul territorio, hanno consentito di accertare l'esistenza di due associazioni criminali composte da cittadini di nazionalità rumena stanziali nella provincia di Caserta che, in tempi diversi, si sono resi responsabili di oltre 40 furti.

I materiali su cui si concentravano le mire della banda erano per lo più cavi di rame, materiale elettrico e autoveicoli. Colpite soprattutto aziende impegnate nella produzione di energie rinnovabili, ma anche ditte agricole e abitazioni private. La banda inoltre ha messo a segno furti in diverse province italiane: non solo Caserta e Napoli ma anche Salerno, Avellino. Roma, Bari, Rieti, Frosinone e anche Latina. Le vittime hanno subito un danno complessivo che è stato stimato in circa 2 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quaranta furti in un anno: 15 persone arrestate. La banda in azione anche nella provincia di Latina

LatinaToday è in caricamento