menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in serie ad Itri, ladri arrestati mentre lasciano la provincia

Dopo che i loro due complici erano finiti in manette, due giovani di 29 e 31 anni stavano cercando di lasciare l'Italia, ma sono stati fermati dai carabinieri e trasportati in carcere

Due componenti della banda erano stati arrestati giovedì scorso, e ora a finire manette sono altri due complici con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Forse sentivano sul collo il fiato delle forze dell’ordine e avevano pensato bene di lasciare il paese; tutto sembrava andare per il verso giusto quando però sono stati fermati proprio a bordo di quell’autobus che avrebbe dovuto portarli in Romania.

Sono andate avanti senza sosta le indagini da parte dei carabinieri di Itri che nel giro di pochi giorni sono riusciti ad arrestare quattro giovani di nazionalità romena responsabili di una serie di furti perpetrati di recente nel piccolo comune pontino.

Due fratelli erano finiti in manette qualche giorno fa in seguito all’ennesimo furto messo a segno; in seguito all’episodio i militari della locale stazione hanno proseguito con l’attività investigativa che ha permesso di risalire a N. T. di 29 anni e a V. C. di 31 anni quali loro complici.

I carabinieri sviluppando ulteriori acquisizioni indiziarie, sono riusciti a raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza a carico dei giovani, ritenuti coautori dello stesso furto avvenuto lo scorso 16 febbraio per il quale erano finiti in manette i due fratelli, nonché di altri colpi a danno di 2 ville, una casa di campagna e un deposito di attrezzi agricoli, tutti commessi ad Itri.

Le ricerche dei giovani, avviate già nella giornata di venerdì, si sono concluse con l’arresto del 29enne e del 31enne avvenuto nel pomeriggio di ieri a Fondi, quando i due sono stati bloccati mentre erano già a bordo di un autobus diretto in Romania.

Al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Latina a disposizione dell’autorità giudiziaria

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento