Cronaca

Furti di rame sui binari, ritardi e disagi. Mattinata da incubo per i pendolari

I rallentamenti da questa mattina presto hanno interessato le linee Roma-Formia e la Roma-Nettuno. Treni in ritardo, circolazione in tilt e disagi anche per i pendolari pontini per tentati furti tra Torricola e Casilina

Ancora una mattinata da incubo per i pendolari pontini; disagi e forti rallentamenti si stanno registrando da questa mattina presto su due linee del Lazio, la Roma-Formia e la Roma-Nettuno.

La causa di nuovo i furti di rame, questa volta sembrerebbe solo tentati, che hanno mandato in tilt la circolazione dei treni con ritardi - almeno di mezz’ora ma per alcuni convogli si è arrivati anche ad un’ora e oltre - e alcune corse che sono state soppresse.

A darne notizia le Ferrovie dello Stato; secondo quanto si apprende tre sono state le manomissioni riscontrate tra Casilina e Torricola. Nel frattempo le squadre tecniche di RFI sono sul posto per i necessari accertamenti e ripristinare le regolari condizioni di traffico. Nel tentativo di furto, infatti, i ladri hanno tagliato un cavo elettrico provocando un corto circuito e danneggiando fortemente il sistema di alimentazione elettrica dei treni.

"Inevitabili cancellazioni di alcuni collegamenti e ritardi fino a 80 minuti per i convogli in viaggio. I treni della lunga percorrenza sono stati deviati sul percorso alternativo via Cassino. L’anomalia è stata riscontata dalle squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana dopo accurati e approfonditi controlli; la circolazione potrà tornare regolare nel primo pomeriggio" si legge in una nota. Intanto Rfi ha presentato una denuncia contro ignoti.

AGGIORNAMENTO - La circolazione sulle due linee ha iniziato a tornare lentamente alla normalità a partire dalle 12.40 di oggi, come fanno sapere da Rete Ferroviaria Italiana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di rame sui binari, ritardi e disagi. Mattinata da incubo per i pendolari

LatinaToday è in caricamento