Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Colpi in appartamenti tra Latina e Roma, sgominata banda: 5 arresti

Brillante operazione della mobile di Latina. Fermati nella capitale i componenti di un violento gruppo criminale. A febbraio avevano rapinato e malmenato due anziani nel capoluogo

Operava nella provincia di Latina, sul litorale romano e nella capitale mettendo a segno colpi, a volte anche violenti, soprattutto all’interno degli appartamenti.

Si è conclusa nella giornata di ieri l’avventura di una banda composta totalmente da cittadini provenienti dall’Europa dell’Est fermati al termine di un furto compiuto in un abitazione a Roma.

Sorpresi in flagranza di reato sono stati arrestati 2 cittadini bulgari di 36 e 24 anni, un 19enne originario della Lithuania, un 26enne dell’ex Cecoslovacchia un georgiano di 34 anni, tutti in Italia senza fissa dimora.

La brillante operazione degli uomini della squadra mobile della Questura di Latina è arrivata a compimento di un duro lavoro lungo un mese fatto di continui pedinamenti e accertamenti, di monitoraggio dei sospettati e delle autovetture da loro utilizzate. Le indagini erano state avviate in seguito ad una violenta rapina commessa lo socrso 14 febbraio dalla banda in un'abitazione di via Oslavia a Latina dove viveva una coppia di anziani che i ladri che non esitarono a malmenare durante il colpo rendendo necessario anche il loro ricovero in ospedale.

Da allora gli uomini della mobile diretti dal vice questore Cristiano Tatarelli si sono messi sulle loro tracce scoprendo la loro base operativa con sede ad Aprilia, da dove venivano organizzati tutti i colpi, e il loro modo di operare. Tutte queste ricerche hanno permesso di organizzare al meglio il blitz che si è compiuto nella serata di ieri nella capitale.

Alcuni componenti della banda, dopo essersi inoltrati in un condominio che si trova in via della Grande Muraglia a Roma, sono stati visti scendere con un voluminoso trolley; a quel punto gli investigatori della Questura sono immediatamente intervenuti e hanno bloccato i sospettati che nel frattempo avevano tentato una disperata fuga a bordo di due autovetture.

L’immediata perquisizione ha permesso di recuperare l’ingente refurtiva appena sottratta presso un appartamento, nonché numerosi attrezzi atti allo scasso e alla effrazione di serrature di qualsiasi tipo; mentre nei successivi controlli presso l’abitazione occupata ad Aprilia è stata rinvenuta numerosa merce di sospetta provenienza furtiva, tra cui computer portatili, fotocamere, monili preziosi, argenteria, come anche circa 7,5 chilogrammi di polvere bianca, al momento positiva al narcotest dell’eroina, sulla quale sono in corso ulteriori accertamenti.

Gli arrestati sono stati riconosciuti dalla coppia vittima della rapina e dell’aggressione lo scorso 14 febbraio, ma il sospetto è che si tratta di una banda specializzata, composta da professionisti responsabile di altri colpi compiuti in provincia e nella capitale. Le modalità erano sempre le stesse. Secondo gli investigatori della squadra mobile il gruppo organizzava furti in appartamento e se si imbatteva nei proprietari non esitava a minacciarli con dei coltelli e a malmenarli. Dopo le formalità di rito i cinque sono stati trasferiti presso la casa circondariale di via Aspromonte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpi in appartamenti tra Latina e Roma, sgominata banda: 5 arresti

LatinaToday è in caricamento