rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Entra in casa di un’anziana con una scusa, poi con una complice mette a segno il furto

Mentre la complice, ancora ricercata, distraeva la donna lei ha messo a soqquadro l'abitazione portando via oggetti di valore e soldi. Giovane di 26 anni rintracciata e arrestata ad Ardea

E’ stata arrestata perché accusata di furto aggravato per aver rubato, insieme ad una complice, in casa di un’anziana. Una giovane di 26 anni che vive ad Ardea si è vista eseguire l’ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Roma. Un provvedimento a cui si è arrivati al termine di approfondite e tempestive indagini che sono state condotte dagli agenti della Squadra Mobile della Capitale e del III Distretto Fidene Serpentara, coordinate dalla Procura di Roma. 

I fatti risalgono allo scorso giugno; secondo quanto emerso, quel giorno la giovane si era presentata con una complice presso l'abitazione dell’anziana e, con la scusa di verificare la presenza di un anello sul suo balcone che aveva detto esserle caduto dal piano superiore, era riuscita ad entrare. Una volta in casa però, mentre la complice distraeva la donna, l'altra aveva messo a soqquadro l'appartamento portando via oggetti di valore e denaro contante.

Rilevante per le indagini si è rivelato l'apporto fornito dalla Polizia Scientifica intervenuta a casa della vittima dove gli accertamenti tecnici hanno evidenziato la presenza di una impronta papillare su una scatola di metallo nella camera da letto. Individuata la possibile responsabile del furto, questa è stata poi riconosciuta dall'anziana donna. Dopo la notifica del provvedimento da parte della polizia la giovane, che vive all'interno di una roulotte ad Ardea, è stata accompagnata in carcere. Sono in corso le indagini per rintracciare la complice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra in casa di un’anziana con una scusa, poi con una complice mette a segno il furto

LatinaToday è in caricamento