rotate-mobile
Cronaca Cisterna di Latina

Furto in abitazione a Cisterna: preso un 21enne. Era sfuggito all’arresto

I suoi 3 complici erano stati arrestati la scorsa settimana dalla polizia dopo uno dei colpi; in quella circostanza il 21enne era riuscito a scappare. Rintracciato dopo giorni di indagini

La scorsa settimana era sfuggito all’arresto dopo un furto messo in un'abitazione a segno a Cisterna. Al termine delle indagini condotte nei giorni successivi, però, gli uomini del locale commissariato sono riusciti ad intercettare il giovane, un cittadino albanese di 21 anni, nei confronti del quale, dopo le manette, questa mattina il tribunale ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.

I fatti nella serata di giovedì quando i poliziotti hanno intercettato una vettura con a bordo quattro stranieri responsabili di un furto messo a segno poco prima in un’abitazione; tre delle quattro persone – due giovani di nazionalità albanese e una ragazza moldava in stato di gravidanza – erano state bloccate mentre il quarto era riuscito a far perdere le sue tracce nelle campagne circostanti.

Le immediate indagini hanno permesso agli agenti del commissariato di individuare nel fine settimana un’abitazione sull’Appia, residenza di alcuni stranieri con regolare contratto d’affitto. Durante il blitz nella struttura gli agenti hanno rintracciato il 21enne fuggito alla cattura e, durante la perquisizione, trovato materiale provento di furto tra cui televisori anche di grosse dimensioni e di ultima generazione, telefonini, orologi e oggetti preziosi, il tutto immediatamente sottoposto a sequestro.

Il 21enne, con diversi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio, commessi soprattutto in regioni del nord Italia ed era stato espulso ed accompagnato alla frontiera, ma da alcuni mesi era nuovamente rientrato, illegalmente, sul territorio nazionale.

Nel frattempo, spiegano dal commissariato di Cisterna, una decina di persone residenti nelle zone periferiche di Cisterna, in particolare Colle Marcaccio, Le Castella e 17 Rubbie che nelle ultime settimane avevano subìto e denunciato alle forze dell’ordine furti in abitazione, hanno formalmente riconosciuto i loro oggetti tra la refurtiva sequestrata e potranno tornarne in possesso, dopo il dissequestro disposto dal sostituto procuratore Giancristofaro, che ha coordinato le indagini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in abitazione a Cisterna: preso un 21enne. Era sfuggito all’arresto

LatinaToday è in caricamento