rotate-mobile
Cronaca Cisterna di Latina

Furto in abitazione a Cisterna, arrestati due uomini e una donna incinta

I tre fermati dalla polizia dopo aver svaligiato una casa e pronti a mettere a segno un altro colpo. In auto trovati arnesi per lo scasso e la refurtiva. Ora è caccia al complice che è riuscito a fuggire

Il bilancio è di due uomini e una donna in evidente stato di gravidanza arrestati. I tre, in compagnia di un quarto complice, riuscito a fuggire, sono stati fermati nella notte dagli agenti del commissariato di Cisterna dopo aver svaligiato una casa e pronti a mettere a segno un altro colpo.

I quattro sono entrati in azione nella serata di ieri in un’abitazione in zona 17 Robbie: dopo essersi introdotti hanno messo a soqquadro tutte le stanze e rubato denaro contante, indumenti e monili in oro. Dopo aver tentato di entrare in un’altra abitazione ed essendo disturbati dal rientro dei padroni di casa, però sono stati costretti alla fuga.

Allertata, la polizia si è messa subito sulle tracce dei malviventi intercettati poco dopo a bordo di una Volkswagen Golf di colore blu con al volante la donna in evidente stato di gravidanza e alla ricerca di un’altra casa da “ripulire”.

All’alt intimato dagli agenti i tre uomini hanno tentato di fuggire a piedi, ma due di loro sono stati bloccati mentre uno è riuscito a scappare facendo perdere le sue tracce. All’interno dell’auto sono stati ritrovati un piede di porco lungo circa un metro, un cacciavite, svariati telefoni cellulari, ed occultata tra i sedili anteriori una borsa con all’interno alcuni monili in oro ed alcune banconote, vale a dire la refurtiva trafugata poco prima e che più tardi, in Commissariato, veniva restituita al legittimo proprietario.

In manette sono finiti due cittadini di nazionalità albanese di 22 e 24 anni e una ragazza moldava di 24 anni che una volta giunta in Commissariato ha ritrovato il suo fidanzato, di nazionalità albanese arrestato ieri dalla Polizia Locale. Per tutti e tre l’accusa è di furto aggravato in abitazione e questa mattina sono comparsi davanti al Tribunale di Latina nel rito per direttissima, nel corso del quale l’arresto è stato convalidato ed il processo rinviato al mese di gennaio.

Nel frattempo, il giovane di 22 anni è finito in carcere a Latina, il suo compagno di 24 è stato espulso dal territorio nazionale mentre la donna, visto il suo avanzato stato di gravidanza, attenderà a piede libero la definizione del processo. 

“Le indagini – spiegano dal commissariato di Cisterna - proseguono ora per individuare l’eventuale base logistica in zona, poiché sussistono molteplici indizi che fanno ritenere il clan da qualche tempo “attivo” su questo territorio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in abitazione a Cisterna, arrestati due uomini e una donna incinta

LatinaToday è in caricamento