Furto in abitazione il primo dell'anno, quattro giovani bloccati da carabinieri e polizia

L'intervento delle forze dell'ordine nel serata di ieri nella zona di via dell'Orchidea a Latina Scalo: in manette un ragazzo e due ragazze tra i 21 e i 23 anni; denunciato un minorenne. Recuperata anche la refurtiva

Sono stati bloccati da carabinieri e polizia subito dopo aver messo a segno un furto in un’abitazione rimasta incustodita nel giorno di festa. 

E’ accaduto il primo dell’anno nella zona di via dell’Orchidea a Latina Scalo: a finire nei guai quattro giovanissimi stranieri residenti ad Aprilia, tutti censutati. In tre sono stati arrestati, un ragazzo e due ragazze di età compresa tra i 20 e i 23; il quarto, un minorenne, è stato denunciato in stato di libertà. 

L’operazione, che ha visto l’intervento dei carabinieri di Latina Scalo con gli uomini della polizia, nell’ambito di servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione di reati contro il patrimonio, teso in particolar modo ad infrenare il fenomeno dei furti in abitazione.

Intorno alle 19.40 circa con una chiamata al 113 è stata segnalata la presenza di due giovani  saliti al primo piano di uno stabile attraverso il discendente dell’acqua. Giunti sul posto gli agenti hanno subito notato i due malviventi che si stavano allontanando dal condominio. I due alla vista della polizia si sono dati a precipitosa fuga scavalcando i cancelli di diverse abitazioni, fino a raggiungere altri due complici che si trovavano a bordo di una Fiat Stilo con cui erano giunti sul posto.

Vani i tentativi di dileguarsi: l’equipaggio della Volante è riuscito comunque a fermare l’auto e bloccare i quattro fuggiaschi. Sul posto è stata dirottata anche una pattuglia dei carabinieri per il necessario ausilio ai colleghi della Polizia.

Dopo  le formalità di rito, il minore è stato denunciato in stato di libertà e riaffidato ai suoi genitori, mentre i tre maggiorenni sono stati tratti in arresto per furto aggravato ed associati presso le locali camere di sicurezza a disposizione della competente Autorità giudiziaria per il rito direttissimo che si è svolto nella giornata odierna.

Nel corso del giudizio al ragazzo di 20 anni e alla fiovane di 22 anni è stato imposto l’obbligo giornaliero di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre la terza, già destinataria della stessa misura cautelare, è stata collocata presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La refurtiva recuperata, consistente in diverse centinaia di euro in contanti ed alcuni monili in oro, è stata restituita alla legittima proprietaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: altri 19 casi in provincia, record a Cisterna. Un paziente morto per covid

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

  • Coronavirus Latina: casi positivi in due scuole elementari, chiuse quattro classi

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento