Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Q5 / Via O. Respighi

Arrestati per furto dopo l’inseguimento, tornano ai domiciliari al centro Al Karama

Dopo la direttissima uno torna in libertà, gli altri agli arresti domiciliari. Presi dalla volante dopo un furto da 6mila euro in un cantiere in Q5

Sono stati processati per direttissima i quattro rom di Al Karama arrestati ieri notte dagli agenti della squadra volante per un furto da seimila euro in un cantiere della Q5.

Questa mattina, al termine del processo, il giudice ha deciso di disporre i domiciliari nel campo nomadi di borgo Montello per tre di loro e di rimettere in libertà l’unico incensurato, di 30 anni.  

La segnalazione era giunta alle tre di notte al 113 da parte di un cittadino che aveva notato un furgone sospetto e alcune persone che si aggiravano all’interno di un cantiere edile.

Dopo un inseguimento la polizia è riuscita a bloccare in via Respighi il mezzo che conteneva un ponteggio ed altro materiale edile rubato all’interno del cantiere. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati per furto dopo l’inseguimento, tornano ai domiciliari al centro Al Karama

LatinaToday è in caricamento