rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Sabaudia / Via Migliara 45, 46

Maxi furto di carburante, la nuova tecnica dell'elettrovalvola

Non erano nuovi gli episodi di furti tramite perforazione, a colpire gli inquirenti un'innovativa elettrovalvola che gestisce sistema di pompaggio e stoccaggio. Indaga il nucleo investigativo dei carabinieri dopo il rinvenimento di 46mila litri di gasolio

A colpire i carabinieri che stanno indagando sul rinvenimento di 46mila litri di gasolio pronto per la vendita e ben celato all’interno di un capannone in via Migliara 46 è la tecnica utilizzata.

Mentre i militari lavorano in collaborazione con i tecnici dell’Ufficio della Sicurezza dell’ Eni per risalire agli autori, stanno analizzando le modalità del furto, che ha colpito gli inquirenti sia per la quantità di carburante sia per questa nuova tecnica utilizzata.

“Sebbene non si è nuovi alla perforazione degli oleodotti per sottrarne il carburante, a colpire sia gli addetti alla sicurezza dell’ Eni che i Carabinieri la presenza di una tanto innovativa quanto artigianale elettrovalvola che, pare, consenta di gestire da remoto il  sistema di pompaggio del carburante e lo stoccaggio dentro delle cisterne anch’esse inedite, costituite da enormi sacche di telo rinforzato”, spiegano dal Comando.

Secondo i carabinieri sono mani esperte e competenti quelle che hanno agito nei giorni scorsi, che avrebbero anche incaricato un custode.

furto_carburante_migliara46_1-2 furto_carburante_migliara46-2

All’interno del capannone, infatti, oltre che delle cisterne, vi era una roulotte in ottimo stato di conservazione e contenente tracce di un recente utilizzo.

Ad effettuare il sopralluogo i militari del Nucleo Investigativo di Latina. Sul posto anche i vigili del fuoco. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi furto di carburante, la nuova tecnica dell'elettrovalvola

LatinaToday è in caricamento