Maxi furto di rame: saltano le linee telefoniche, la Tim sporge denuncia

Sono stati asportati 80 metri di un grosso cavo sotterraneo che una vasta area a Latina. Tim: "il fenomeno si verifica con troppa frequenza"

Un ingente furto di rame si è consumato ieri a Latina in via Monti Lepini e ha portato la Tim a sporgere denuncia all’autorità giudiziaria. Un furto che ha causato non pochi problemi alle linee coinvolte che sono praticamente saltate.

Secondo quanto ricostruito, ignoti hanno tagliato ed asportato 80 metri di un grosso cavo sotterraneo che serve centinaia di utenze nell’area della città lungo via dei Monti Lepini nella zona Mercato Ortofrutticolo.

I tecnici di Telecom Italia sono tempestivamente intervenuti sul posto per ripristinare il cavo asportato e riattivare al più presto, si presume entro stasera, tutte le linee telefoniche coinvolte.

“In merito ai conseguenti disservizi verso la clientela – spiega Tim in una nota - , l’azienda sottolinea di essere parte lesa rispetto ad un fenomeno che torna a verificarsi  con frequenza tale da pregiudicare talvolta i normali tempi di risoluzione.

L’azienda ha già avviato una proficua collaborazione con le forze dell’ordine al fine di assicurare una tempestiva ed efficace  attività di contrasto e mettere in atto ulteriori azioni di prevenzione volte ad arginare il fenomeno, attivandosi nel contempo per ridurre al minimo i disagi per i propri clienti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento