Furto di energia elettrica per 37mila euro, arrestato un commerciante

I carabinieri di Formia hanno effettuato un sopralluogo insieme al personale dell'Enel e si sono accorti di un magnete posto sul contatore che consentiva di non registrare i dati di consumo dal 2012 fino al mese scorso

E’ stato arrestato per furto aggravato un uomo di 63 anni di Formia, responsabile di aver sottratto energia elettrica per un valore complessivo di circa 37mila ai danni della società Enel.

Durante un controllo presso l’attività commerciale dell’uomo, i carabinieri di Formia insieme al personale della società che gestisce la rete elettrica si sono accorti della presenza di un magnete circolare che era stato sistemato sopra il contatore dell’energia elettrica, attraverso il quale era stata contraffatta la registrazione del consumo energetico reale.

Le successive verifiche hanno poi permesso di accertare un furto di energia elettrica del valore di circa 37mila euro nel periodo compreso tra il 1 novembre del 2012 e il 30 aprile del 2017. L’uomo è stato quindi arrestato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento