Sezze, sventato un nuovo furto di gasolio: fermato uno dei tre ladri

Sono stati sorpresi dai carabinieri mentre cercavano di trafugare carburante da un deposito. Le manette sono scattate solo per uno di loro; gli altri due malviventi sono riusciti a fuggire

Solo due giorni fa era stato messo a segno il maxifurto di gasolio a Sezze, dove presso la  Pontina Combustibile erano stati rubati circa 80mila litri di carburante per un valore di 130mila euro. E oggi i ladri di gasolio sono entrati di nuovo in azione.

Forse volevano emulare chi era riuscito a compiere il colpo, ma questa volte per i ladri non è andata così bene. Una delle tre persone che stavano cercando di trafugare del carburante in un deposito, infatti, è finito in manette.

L’arresto rientrava nell’ambito di uno specifico servizio di controllo finalizzato al contrasto di questo tipo di reati.

La vittima prescelta ancora una volta era il comune di Sezze. Nella giornata di oggi i carabinieri del locale comando Norm, sono intervenuti dopo aver sorpreso tre malviventi intenti a trafugare del gasolio all’interno di due cisterne parcheggiate nei pressi di un deposito di carburante.

Dopo essere stati scoperti, i ladri hanno tentato di scappare, ma per uno di loro la fuga è terminata poco dopo. Per un cittadino di nazionalità moldava di 25 anni sono subito scattate le manette, mentre i suoi due complici sono riusciti a far perdere le loro tracce.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento